Maratona Gaber, il teatro canzone rivive al Menotti

L'omaggio a vent'anni dalla morte del cantautore milanese. Tre spettacoli degli anni Settanta in scena uno dopo l'altro

Era il 1978, Giorgio Gaber interpretava Polli d'allevamento. Scritto con Sandro Luporini, arrangiato con Franco Battiato e Giusto Pio. Uno spettacolo simbolo del teatro canzone. Quarantacinque anni dopo lo riporta in scena l'attore e cantautore Giulio Casale, è il primo atto della maratona che a Milano il teatro Menotti dedica a Gaber a vent'anni dalla morte.

Tre spettacoli uno dopo l'altro, dalle 16 alle 23. Un viaggio a ritroso nel tempo che prosegue con la ripresa del disco del 1976 Libertà obbligatoria e si conclude nel '73 con Far finta di essere sani reinterpretato da Andrea Mirò.
 

Nel servizio le interviste a Giulio Casale e a Emilio Russo, direttore artistico del teatro Menotti