Processo Adriatici, la vedova accetta il risarcimento

"L'ho fatto per i miei figli". Terza udienza del procedimento contro l'ex assessore

Terza udienza del processo che vede coinvolto Massimo Adriatici per un caso di uccisione avvenuto la sera del 20 luglio 2021. La vittima si chiamava Youns El Boussettaoui, di origini marocchine. La sua famiglia non ha accettato la richiesta di giustizia riparativa e la proposta di risarcimento avanzata dall'ex assessore alla Sicurezza di Voghera (Pavia) accusato di aver ucciso con un colpo di pistola Youns in una delle vie principali del paese. Adriatici si trova a processo per eccesso colposo di legittima difesa. Ascoltati anche coloro che hanno assistito casualmente alla sparatoria: ovvero una donna che si trovava all'interno del bar in piazza Meardi dove è avvenuta l'aggressione e altri due testimoni oculari presenti in piazza. "Vogliamo giustizia", ha dichiarato la sorella di Youns El Boussettaoui spiegando che "Adriatici non ha mai mostrato pentimento, dunque continuiamo col processo".