Fondi per la banda ultralarga, la Lombardia ha il primato dell'innovazione

La Corte costituzionale ha stabilito che l'accesso a internet è un diritto sociale

I fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza per la digitalizzazione scadono il 30 giugno 2026. La Lombardia è la regione più innovativa, il digital divide, cioè il divario di accesso alla rete, però non è ancora sconfitto. I vertici di Infratel, societa' chiamata ad attuare la strategia nazionale per la banda ultralarga, al trentanovesimo piano fanno il punto sugli obiettivi. Il prefetto di Milano ricorda: la Corte costituzionale ha stabilito che l'accesso a internet è un vero e proprio diritto sociale. Milano è in pole position nella democrazia digitale: ha varato una piattaforma libera e gratuita.
 

Interviste a Attilio Fontana, presidente regione Lombardia, Pietro Piccinett, amm. delegato Infratel e Layla Pavone, coord. board innovazione e trasformazione digitale del Comune di Milano