Scossa di terremoto

Avvertita chiaramente alle 13.18 lungo la costa a sud delle Marche, epicentro in mare, profondità 22 km, fra Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto. Magnitudo 4.1. Altra scossa alle 13.39, magnitudo 3.0

Scossa di terremoto
Web Lcc
Scossa di terremoto

Dopo i controlli tecnici di Trenitalia, è ripreso il traffico ferroviario sospeso in via precauzionale, sulla linea Ancona-Pescara, nel tratto tra Pedaso e Porto San Giorgio in seguito alla scossa di magnitudo 4.1 registrata alle 13.18  sulla costa sud marchigiana. La scossa, con epicentro in mare, profondità 22 km, è stata chiaramente avvertita fra Porto San Giorgio, Grottammare e San Benedetto del Tronto. Alle 13.39 l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato un'altra scossa di magnitudo 3.0 a 26 km. di profondità. Il sisma è stato avvertito in diverse località costiere (ma anche dell'entroterra) delle Marche. A Grottammare una scolaresca è uscita all'aperto, poi però è rientrata nelle aule. A Porto San Giorgio (Fermo), in alcune case sono caduti i quadri appesi alle pareti. Molta paura tra la popolazione, ma nessun danno. Al Comune di San Benedetto del Tronto, il maggiore vicino all'epicentro, non è arrivata alcuna segnalazione, né sono stati fatti controlli ad edifici pubblici o privati. Nessuna segnalazione
neppure al numero delle emergenze dei vigili del fuoco nel territorio dell'intera provincia.