Allerta meteo sulle Marche fino a domani sera. La Protezione Civile riunisce l' Unità di crisi

Fino a venerdì 19 agosto, sulle Marche possibile lo sviluppo di temporali intensi. Per il forte vento di queste ore a Borgo Pace crolla il pino che era simbolo del paese.

Allerta meteo sulle Marche fino a domani sera. La Protezione Civile riunisce l' Unità di crisi
Web
Simbolo della Protezione Civile

"Come annunciato dall'avviso di avverse condizioni meteorologiche diffuso nella giornata di ieri - spiega una nota della Protezione Civile -, l'area perturbata di origine atlantica che ha raggiunto le aree centro-settentrionali ha determinato una fase di spiccata instabilità, sul nord e parte del centro Italia. La coda della perturbazione porterà un transito instabile fino a domani sera, con fenomeni meno diffusi ma comunque localmente di forte intensità, sulle regioni centrali, e sulle Marche potranno svilupparsi temporali a carattere sparso, con rovesci di pioggia o grandine, attività elettrica e raffiche di vento". 

Il forte vento di queste ore ha spezzato il pino simbolo di Borgo Pace (Pesaro e Urbino). Era alto 32 metri e si trovava nella piazza del paese ma stamattina, alle 12, uno dei rami portanti si è rotto, piombando poi sopra le auto in sosta. Per rimuoverlo sono dovuti intervenire i vigili del fuoco che hanno tagliato in più parti il grosso ramo per liberare le auto sottostanti. Nessuna persona è rimasta ferita. 

Intanto a causa delle condizioni meteorologiche avverse che hanno colpito il Nord Italia sono partite dalle Marche, in aiuto alla Toscana, due sezioni operative dei vigili del fuoco di Ascoli Piceno e Ancona. Il personale è equipaggiato con automezzi attrezzati per alluvioni e lavori in quota. 

La Prefettura di Ancona, considerato il periodo caratterizzato da fenomeni meteorologici avversi e da precipitazioni improvvise e abbondanti, ha sensibilizzato le amministrazioni comunali a verificare l'adeguatezza e l'attualità della pianificazione riguardante le manutenzioni delle strutture destinate a smaltire acque piovane.