Suicidio assistito

VIA LIBERA AL FARMACO PER "ANTONIO"

E' arrivato anche per "Antonio", nome di fantasia, il parere positivo sul farmaco da somministrare e sulle modalità dell'autosomministrazione

VIA LIBERA AL FARMACO PER "ANTONIO"
Tgr Marche
suicidio assistito

E' arrivato anche per "Antonio", nome di fantasia, il parere positivo sul farmaco da somministrare e sulle modalità dell'autosomministrazione. Dopo Federico Carboni, di Senigallia, che ha posto fine alla propria vita lo scorso giugno, "Antonio", anche lui marchigiano, tetraplegico dal 2014, è il secondo italiano che potrà accedere legalmente al suicidio medicalmente assistito. Il responso della commissione di esperti dell'Asur sul farmaco arriva dopo la verifica, da parte del comitato etico dell'azienda sanitaria, della sussistenza dei requisiti stabiliti dalla Corte costituzionale. "Il Tiopentone sodico e i dosaggi indicati risultano compatibili agli scopi prefissati dal signor 'Antonio' ", si legge nel parere.