Lavoro nero, impennata nelle Marche

I dati dell'Ispettorato del lavoro. Costruzioni e servizi di supporto alle imprese come le pulizie, i settori con maggiore incidenza

Lavoro nero, impennata nelle Marche
TGR Marche
Il punto con la UIL

Dati preoccupanti arrivano dal rapporto annuale dell'Ispettorato Nazionale di Lavoro per il 2021. Il tasso di irregolarità nella regione è dell' 83,40% , la percentuale più alta rispetto a tutte le altre regioni. In pratica otto verifiche su dieci hanno rilevato irregolarità delle norme penali o amministrative. Si riscontrano percentuali ancora più alte in specifici settori: il 90,86% nelle costruzioni e il 92,68% nei servizi di supporto alle imprese.  Le violazioni accertate si riferiscono a 4.528 lavoratori, 665 dei quali completamente in nero, 223 persone soggette a sfruttamento o caporalato. Ci sono poi 999 violazioni sull'orario di lavoro e 1.172 in materia di salute e sicurezza.