Salgono a undici le vittime dell'alluvione

L'ultimo ritrovamento a Serra de Conti. La procura ha aperto un'inchiesta per inondazione e omicidio colposo contro ignoti

Salgono a undici le vittime dell'alluvione
tgr
Alluvione intorno a Senigallia

Un'altra vita spezzata , un corpo recuperato a Serra De' Conti. Sale così a 11 la conta delle vittime di questa devastante alluvione che ha colpito le Marche, in particolare l'Anconetano e la provincia di Pesaro e Urbino, a Cantiano. Restano ancora due persone disperse.

La procura di Ancona, intanto, ha aperto un fascicolo per inondazione e omicidio colposo al momento a carico di ignoti.

Le persone sfollate sono oltre 150, ma il numero può crescere in fretta. La maggior parte si trova nel Comune di Senigallia. Al riguardo sono stati predisposti dalle forze di polizia dedicati servizi di prevenzione e controllo sugli immobili evacuati. 

Intanto ha ricominciato a piovere sulle zone già colpite. Per oggi la protezione civile ha emesso un'altra allerta gialla.

Luigi D'Angelo del Dipartimento nazionale spiega: "Sono caduti circa 420 millimetri di pioggia in due o tre ore". La pioggia di sei mesi in un solo pomeriggio. Le province di Ancona e Pesaro Urbino le più interessate. "Stanno operando Protezione civile, volontariato, vigili del fuoco e forze dell'ordine - aggiunge - elicotteri messi a disposizione della Difesa con capacità operative nelle ore notturne". 

Allagamenti ed esondazioni a Sassoferrato, una delle zone di maggiore criticità. Persone rimaste bloccate nelle abitazioni hanno cercato rifugio nei piani più alti. Esondato il torrente Sanguerone, alberi caduti, smottamenti e blackout. Molte le richieste di aiuto da parte di persone rimaste bloccate in casa, in particolare in alcune zone di campagna. Nella zona sono intervenuti anche i sommozzatori dei vigili del fuoco.