Femminicidio

Anastasiia uccisa con 30 coltellate. Cercò di difendersi con le mani

E' quanto trapela dall'autopsia sul corpo della ventitreenne ucraina che era stato trovato il 13 novembre nelle campagne di Fano. Il marito è in carcere per omicidio volontario

Anastasiia uccisa con 30 coltellate. Cercò di difendersi con le mani
Tgr Marche
Anastasiia, vittima di femminicidio

Trenta coltellate. E' quanto emerge dall'autopsia sul corpo di Anastasiia (non si conosce da nubile), uccisa a Fano il 13 novembre scorso. Per il femminicidio della giovane donna ucraina è in carcere l'ex marito. Molti dei fendenti hanno colpito il fegato; numerosi, i tagli alle mani con le quali, probabilmente, la ventitreenne aveva cercato di difendersi. Il corpo di Anastasiia era stata ritrovato dentro una valigia nelle campagne fanesi.
I funerali dovrebbero tenersi in Ucraina, ma si attende l'arrivo in Italia del padre, trattenuto a causa della guerra.