Femminicidio

Donna accoltellata a Fano

La ventitreenne ucraina è stata trovata morta con i segni di tre coltellate, nelle campagne di Villa Giulia. Fermato per omicidio il marito. E' stato bloccato alla stazione di Bologna

Donna accoltellata a Fano
Tgr Marche
La zona dove è stato trovato il corpo

Era fuggita dalla guerra in Ucraina a marzo e aveva ricominciato una vita a Fano, dove lavorava come cameriera in un ristorante. Aveva 23 anni, Anastasiia Alashri: il suo corpo, con i segni di tre coltellate, è stato trovato nelle campagne della zona dai carabinieri. Il presunto autore del femminicidio è stato fermato alla stazione ferroviaria di Bologna: si tratta del marito, 42 anni, di origini egiziane, che verosimilmente stava cercando di scappare e lasciare l'Italia.
La coppia, con un figlio di due anni, negli ultimi mesi litigava spesso, secondo quanto ricostruito dagli investigatori. Lei aveva deciso di separarsi. Ma il marito aveva continuato a perseguitarla, tanto che la scorsa settimana la giovane donna si era rivolta ai carabinieri per denunciarlo. Aveva anche lasciato la loro casa e si era rifugiata da un amico. 
Ieri avrebbe deciso di tornare nella vecchia abitazione per prendere alcuni effetti personali. Ma ad attenderla c'era il marito. Da quel momento, di Anastasiia Alashri si sono perse le tracce. In serata, l'amico, non vedendola tornare, ha dato l'allarme. I carabinieri di Fano e Pesaro, coordinati dalla procura pesarese, hanno subito avviato le ricerche e intercettato il marito in fuga. E' stato proprio lui a fornire le indicazioni per ritrovare il cadavere e il coltello. 
La Procura della Repubblica di Pesaro ha emesso un decreto di fermo per il reato di omicidio. L'uomo è stato portato alla casa circondariale di Bologna.