Arriva il Sanofi, nuovo vaccino anti Covid

A base proteica e di produzione francese. Nelle Marche identiche somministrabile su richiesta come dose di richiamo

Arriva il Sanofi, nuovo vaccino anti Covid
TGR Marche
La preparazione di una dose di vaccino

Nei centri vaccinali  delle Marche è disponibile dal 25 gennaio un nuovo tipo di vaccino anti Covid: il Sanofi.  Rispetto a quelli a mRNA, il  VidPrevtyn Beta (Sanofi) è un vaccino a base proteica contenente una versione della proteina spike che si trova sulla superficie della variante Beta del virus Sars-CoV-2 e un “adiuvante”, una sostanza per aiutare a rafforzare le risposte immunitarie al vaccino. Le modalità di prenotazione restano le stesse utilizzate finora per la campagna vaccinale ( sul portale di Poste italiane)  e sarà possibile farne richiesta al personale sanitario presente.  “Si tratta – ha affermato l’assessore alla Sanità, Filippo Saltmartini in una nota -  di un vaccino creato e sviluppato completamente in Francia che potrà essere utilizzato come dose di richiamo in parallelo con altri vaccini  e come valida alternativa a quelli già noti ad mRNA. Secondo i dati della ricerca questo richiamo sarebbe infatti efficace quanto quelli di Pfizer e Moderna”. L’indicazione di utilizzo, infatti,  è come dose di richiamo in adulti che hanno precedentemente ricevuto un vaccino anti-COVID-19 a base di mRNA o a vettore adenovirale. Pertanto è incluso nel programma di vaccinazione come dose di richiamo eterologa, nel caso in cui non sia ritenuta opportuna la somministrazione di un vaccino a m-RNA bivalente, a distanza di almeno 120 giorni dall’ ultima dose di vaccino ricevuta. Può essere utilizzato a partire dai 18 anni di età. Attualmente è autorizzato per essere somministrato una sola volta (non sono ancora autorizzati successivi richiami con lo stesso vaccino). Non è invece autorizzato per il ciclo primario e può essere utilizzato unicamente come dose di richiamo.