Grandine e danni alle colture

Dopo la grande siccità è arriva la grandine. Nella giornata di ieri i danni si sono registrati su strutture e coltivazioni tra Senigallia e Pesaro

Solo il 6% delle aziende agricole è coperto da un’assicurazione che ripara da questi eventi purtroppo non più straordinari. Nella giornata di ieri i danni si sono registrati su strutture e coltivazioni soprattutto nell’entroterra di Senigallia tra Castelleone di Sausa, Corinaldo, Trecastelli, Ostra, Morro d'Alba e Chiaravalle. Danni anche in provincia di Pesaro Urbino nella zona di Mondavio. Decine di ettari colpiti con le colture in atto e danni a vigne, grano e ortaggi. Fenomeni climatici violenti che sono ormai una consuetudine e che per gli agricoltori coincidono con una perdita economica.“Dobbiamo promuovere il più possibile e spingere per agevolare sempre di più l’attivazione di coperture assicurative, uno strumento ormai purtroppo indispensabile per le aziende agricole - spiegano da Coldiretti Marche -gli agricoltori devono convincersi che ormai il clima è cambiato e questi eventi non sono più eccezionali "