Alta adesione nelle Marche allo sciopero della scuola

Tanti i motivi della protesta, a partire dal contenuto del recente decreto legge su formazione e carriera del personale scolastico. Compatti i sindacati

Lo sciopero nazionale della scuola, proclamato da Cgil, Cisl, Uil, Snals, Gilda e Anief, ha avuto un'alta adesione nelle Marche.  Forti le ragioni della protesta: con il decreto legge 36 del 30 aprile scorso il governo prevede una formazione per pochi, finanziata con il taglio degli organici. Un intervento da respingere, secondo i sindacati, che hanno reagito compatti. 
Chiedono che dal decreto vengano stralciate tutte le materie di natura contrattuale e che sia avviata immediatamente la trattativa per il rinnovo del contratto, scaduto da tre anni. 
Molte le scuole rimaste chiuse. In altre si sono registrati disservizi con entrate posticipate o uscite anticipate.