Un "corto" marchigiano di rilievo internazionale

Diretto da Lorenzo Scalzo, giovane regista lauretano, "Shelter" vanta già premi e riconoscimenti da festival in diversi Paesi del mondo. A Loreto la prima presentazione al pubblico.

Un futuro post-apocalittico, dopo una calamità non precisata. E' lo scenario immaginato dal giovane regista marchigiano Lorenzo Scalzo per il suo cortometraggio “Shelter”. Ovvero rifugio, o riparo, da tutto ciò che ci turba nel presente.

Un uomo e un bambino, uniti dal caso, intraprendono assieme un viaggio alla ricerca di un misterioso bunker in cui pensano di poter vivere al sicuro dagli orrori di un mondo ormai in rovina. 

Riprese realizzate nelle Marche e cast quasi interamente marchigiano: il giovanissimo protagonista, Matteo Papini, è un ragazzino di 11 anni, lauretano come il regista, che a 29 anni vanta già diversi riconoscimenti con precedenti opere. 

La presentazione in anteprima internazionale del corto è in programma sabato 4 giugno, alle 21, al Teatro Comunale di Loreto.

Il montaggio del servizio è di Matteo Albanesi.