Morti in rsa, ergastolo per l'infermiere

Leopoldo Wick è stato condannato alla massima pena per 7 omicidi e un tentato omicidio nella casa di riposo di Offida

La sentenza della Corte d'Assise di Macerata è arrivata dopo cinque ore di camera di consiglio: l'infermiere ascolano Leopoldo Wick, 49 anni, è stato condannato all'ergastolo per le morti sospette nella rsa di Offida. Nel periodo 2017-2018 avrebbe somministrato indebitamente farmaci ad anziani ospiti della struttura dove lavorava. 

E' stato riconosciuto colpevole di sette degli otto omicidi dei quali era accusato e di un tentato omicidio. Gli è stata contestata l'aggravante di aver usato mezzi insidiosi, somministrazioni di insulina e psicofarmaci.

Wick si è sempre professato innocente.