Sale l'inflazione, scende il potere d'acquisto

L'inflazione si abbatte anche sulle famiglie marchigiane. Secondo i dati della Uil a pagare il prezzo più alto sono le famiglie con minori, ma anche gli over 65.

 

Dopo il periodo di difficoltà legato al Covid, adesso è l'inflazione galoppante a pesare sempre di più sulle tasche dei cittadini. Fra i più colpiti le famiglie con minori, che perdono il 41% di potere d'acquisto, ma anche i genitori single, circa 76mila, che ne perdono quasi un quarto, seguiti dagli over 65, circa 125mila marchigiani, con circa il 15%. Il tutto considerando un salario medio. Ma il contesto in generale, anche secondo gli ultimi dati della Banca d'Italia, è preoccupante. Secondo la Uil servono quindi interventi urgenti e duraturi, per fronteggiare una crisi sempre più rilevante a livello sociale, a partire dal taglio del cuneo fiscale. L'intervista alla segretaria generale della Uil Marche, Claudia Mazzucchelli