Marcia dei quattro ponti, decide l'ultimo chilometro

Vince Sergiy Polikarpenko la 44esima edizione del memorial Dacio Beni. Sul podio anche Dario Santoro e Mohad Abdikadar. Milena Morbidoni si aggiudica il secondo trofeo del Comune di Fiuminata


Undici chilometri e mezzo su strada e sterrato, uno e mezzo in meno rispetto al percorso classico, ma con tratti di per sé difficili da gestire e resi più difficili dal forte caldo. L'allungo vincente è di Sergiy Polikarpenko, atleta di origini ucraine, effettivo al Centro sportivo Carabinieri di Bologna. Dopo il primo posto nel 2019 e il secondo l'anno scorso, chiude a 36.02 minuti, insidiato in questa quarantaquattresima edizione della Marcia dei quattri ponti, Memorial Dacio Beni, da Dario Santoro dell'Atletica Potenza Picena. Per lui 36.04. 
Dietro Polikarpenko e Santoro, Mohad Abikadar, corridore di origine somala in forza all'Aeronautica militare che si ferma a 36.57, seguito da Andrea Falasca Zamponi, altro atleta dell'Atletica Potenza Picena, e da Luca Antonelli del Cus Camerino. 
Il quartetto di testa si è staccato quasi subito dal resto dei partecipanti, 200 in tutto. Altra vittoria: quella tra le donne di Milena Morbidoni dell'Atletica Potenza Picena che si aggiudica il secondo Trofeo del Comune di Fiuminata con 49.24. Ma - in un'edizione molto partecipata - in tanti hanno scelto di esserci senza competere: 2,3 chilometri nel verde, piccoli inclusi.