A San Benedetto fa discutere la riduzione delle file degli ombrelloni

Taglio e risistemazione degli ombrelloni sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto. E' l'argomento di cui si parla lungo la Riviera delle Palme dopo i controlli negli stabilimenti balneari e le sanzioni della guardia costiera

A San Benedetto c’è un problema in spiaggia. Dopo i controlli della capitaneria delle ultime settimane è partito il ballo degli ombrelloni. Sono stati rimosse cioè tutte le strutture balneari che erano fuori dagli spazi previsti.   Rispetto delle regole; comprensione per chi negli ultimi due anni è stato flagellato da pandemia e aumenti: il terzo lato del triangolo di questa storia è l’elemento naturale che ha portato all’ allungamento della spiaggia negli ultimi anni. Chi ha pagato per un ombrellone in prima fila si ritrova a 20 metri dal bagnasciuga. La verità è anche che non c’è stato adeguamento del piano spiaggia, la revisione continua che vede coinvolti Regione e Comune per risistemare gli spazi dell’arenile in funzione delle variazioni intervenute nel tempo. Dopo che si è creato il problema, il Comune ha provato a mediare ma in piena stagione far correre l’istruttoria è impossibile, non ci sono i tempi tecnici. Con il conseguente danno di immagine lamentato dagli operatori e dalle strutture ricettive.