Salute

Covid, le Marche inserite tra le 5 regioni a rischio

Le altre sono Emilia Romagna, Lazio, Puglia e Veneto. È la valutazione settimanale del Ministero della Salute, che dal 1 ottobre abolisce l'obbligo di indossare la Ffp2 sui mezzi pubblici


Ci sono anche le marche tra le 5 le regioni classificate a rischio alto nel monitoraggio settimanale iss-ministero della salute sull'andamento dell'epidemia di covid-19...

Continuano a crescere i contagi nelle Marche, sono 441 i casi positivi ogni centomila abitanti. Un dato in costante aumento: nella giornata di giovedì 29 settembre l'incidenza era a 404, una settimana fa si contavano 234 infetti ogni centomila marchigiani.

Intanto crescono anche i ricoveri: sono 71 gli ospedalizzati, contro i 66 di giovedì, dei quali 4 in terapia intensiva e 4 in terapia semintensiva. E da venerdì 30 settembre la quarta dose del vaccino è prenotabile per tutti i maggiori di 12 anni.

Circostanze che sembrano cozzare con le aperture disposte dal governo: dal 1 ottobre decade l'obbligo di indossare la mascherina sui mezzo di trasporto pubblici (ovvero treni, bus, traghetti). Obbligo che invece viene esteso fino al 31 ottobre negli ospedali e nelle Rsa per anziani. Sempre fino al 31 ottobre resta l'obbligo di mascherina sotto al metro di distanza, in tutti i luoghi di lavoro.

A interpretare questo passaggio ci prova l'infettivologo Marcello Tavio, che avverte: "La pandemia non è finita, i comportamenti che erano obbligatori da oggi vengono affidati alla responsabilità della singola persona".