Seconda edizione di "MarCHESTORIE"

Tornano ad animarsi le antiche mura dei borghi marchigiani, grazie alla seconda edizione del Festival "MarCHESTORIE". Tre fine settimana ricchi di eventi: dagli spettacoli all'enogastronomia

Saranno ottantasei i borghi protagonisti della seconda edizione del festival "MarCHESTORIE". Un progetto, voluto dalla Regione, per scoprire luoghi, tradizioni, cibi, leggende millenarie di quei piccoli centri che sono "L'anima e l'identità delle Marche". 
Sotto la direzione artistica di Pino Insegno e Paolo Notari, l'intento della manifestazione è quello di "guidare" le persone ad una maggiore conoscenza e consapevolezza del territorio utilizzando la grande eredità della tradizione, soprattutto quella orale, parte del patrimonio culturale regionale, alla riscoperta dell'immaginario collettivo marchigiano fatto di miti e leggende, arcani, aspetti devozionali e credenze popolari.
Il sipario si alzerà questa sera con un'anteprima anche se il via ufficiale è domani 2 settembre per proseguire fino a metà mese. Per tre weekend consecutivi dal venerdì alla domenica, turisti e visitatori potranno esplorare i palcoscenici naturali dei piccoli centri marchigiani del cratere del sisma, della dorsale appenninica e della costa dove troveranno un'offerta continua di eventi tra le 18 e le 24, con almeno una rappresentazione al giorno per un totale di 3 spettacoli, a cui si affiancherà l'apertura di chiese e palazzi, negozi e ristoranti, teatri, musei, biblioteche e collezioni.