Musica nel carcere di Montacuto.Concerto del pianista Alexander Gadjiev, secondo al concorso Chopin

Un concerto nel carcere anconetano di Montacuto dal pianista italo-sloveno Alexander Gadjiev , uno degli eventi nell'ambito della ventiduesima edizione del Festival Pergolesi Spontini

Le note di Chopin e Schumann risuonano tra le pareti del carcare e rendono quello spazio, limitato e invalicabile, cassa di risonanza dell'assoluto e della bellezza libera e universale della musica. Al pianoforte Alexander Gadjiev, pianista arrivato secondo all'ultima edizione del celeberrimo Concorso Chopin di Varsavia, una delle più antiche competizioni musicali al mondo, fondata nel 1927, che ha consacrato grandissimi interpreti. Tra tutti Maurizio Pollini, Martha Argerich, Krystian Zimerman.  Non era mai successeo che i detenuti potessero assistere dal vivo ad esecuzioni di questo tipo grazie alla collaborazione con il Festival Pergolesi Spontini. nel servizio l'intervista alla direttrice della Casa Circondariale di Montacuto, Manuela Ceresani