Incendio di Grottammare, escluso il rischio per la salute pubblica.

L'Arpam, l'agenzia regionale per la protezione ambientale, ha comunicato i dati delle rilevazioni dell'aria dopo il vasto incendio del 6 settembre scorso.

A tre giorni dal rogo escluso il rischio per la salute pubblica.
L'Arpam, l'agenzia regionale per la protezione ambientale, ha comunicato i dati delle rilevazioni dell'aria dopo il vasto incendio che si è sviluppato nelle prime ore del mattino del 6 settembre scorso presso un deposito di monopattini elettrici di Grottammare in zona Valtesino. 
"Fortunatamente il resoconto delle prime indagini ci permette di escludere un rischio per la salute pubblica - dichiara il sindaco Enrico Piergallini - Ulteriori analisi sonoancora in corso, ma possiamo sicuramente tirare ungrande respiro di sollievo".

I valori di concentrazione del particolato , fa sapere l'Agenzia regionale, "sono ben al di sotto del valore limite di riferimento normativo.  I materiali bruciati, presumibilmente, sono costituiti da "strutture in plastica rigida, batterie a carica secca e un rilevante quantitativo di imballaggi.
Per la copertura dell'edificio, costituita da onduline in materiale fibrocemento, in parte crollata, il servizio Ambiente emetterà apposita ordinanza per il corretto smaltimento"