Caroenergia: comuni in attesa delle misure di governo

Per le amministrazioni comunali con i bilanci messi in crisi dal caroenergia, le uniche risposte risolutive dovranno arrivare dal nuovo governo. Intanto Ancona non spegnerà più le luci tanto presto la mattina

Bollette di luce e gas pesano e non poco sulle amministrazioni locali. Secondo l'associazione nazionale dei comuni italiani, l'Anci, a conti fatti per chiudere il bilancio quest'anno servirà almeno un altro miliardo. Il costo incide, per una città come Ancona, su quasi il 10% della spesa.
Oltre alle misure già previste a livello nazionale, come la diminuzione della temperatura e la durata del periodo di riscaldamento, non ci sono molte opzioni. Ad Ancona, metà dei ventimila punti luce sono a led e si sta accelerando il cambio degli altri. E' stata ridotta l'intensità dell'illuminazione laddove possibile. Spegnere in anticipo la mattina ha un impatto importante, ma i disagi sono destinati a finire. Visti i ridotti spazi di manovra, si attendono nuovi interventi dal governo