In campo oggi alle 17 con diretta su RaiSport e RaiPlay

Lube in finale contro Perugia per la Supercoppa italiana

La Lube batte Modena per 3 set a 0. I ragazzi di Blengini oggi cercheranno di riportare a Civitanova un titolo che manca in bacheca dal 2014 contro i rivali di sempre della Sir.

Partita vinta ma non tranquilla per la Lube contro Modena. Il 3 a 0 finale arriva dopo due set chiusi a 23 e una terza frazione a 20. 
Civitanova parte con Gabi Garcia opposto a De Cecco, Bottolo e Nikolov schiacciatori, Chinenyeze e Diamantini al centro, Balaso libero. Giani risponde con Bruno-Lagumdzija in diagonale, Ngapeth-Rinaldi di banda, Krick e Bossi al centro con Gollini libero. 
Andamento fotocopia nei primi due set: la Lube parte subito forte poi Modena piano piano rosicchia punti ma senza mai essere davvero pericolosa. L'impressione è che Civitanova vada a scatti ma poi perda concentrazione. Gli emiliani però sbagliano troppo, arrivano al massimo a impattare nel corso della seconda frazione con Lagumidzia. I campioni d'Italia si affidano nei primi due set soprattutto a Bottolo e Garcia, il portoricano in particolare mette a terra tutti i palloni che tocca. Poi nel terzo è Nikolov a scatenarsi. Il giovane bulgaro, 14 punti alla fine, è sempre più a suo agio nel gestire i passaggi chiave, decisivo in attacco e in battuta. 
Alla fine alla Lube basta fare il suo nonostante ancora qualche passaggio a vuoto. "La nostra priorità è la crescita, che passa anche dalla continuità" ha detto a fine partita il coach della Lube, Blengini. La verifica oggi alle 17 nella finale.