Tre anni al medico per la morte del bambino curato con l'omeopatia

Massimiliano Mecozzi condannato in primo grado per omicidio colposo. Il bambino morì per un'otite batterica. Il nonno: "Sentenza che fa chiarezza"

La procura, rappresentata dal pubblico ministero Daniele Paci, aveva chiesto 4 anni di condanna per Massimiliano Mecozzi, la giudice Francesca Pizii ne ha stabiliti 3, più l'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. 
La sentenza stabilisce anche il risarcimento per le parti civili, lo zio paterno, il nonno materno e l'Unione Nazionale Consumatori. 
"Una sentenza che non fa ancora giustizia, ma fa un po' chiarezza", commenta Maurizio Olivieri, il nonno di Francesco Bonifazi. Il piccolo, 7 anni, era deceduto il 27 maggio 2017 all'ospedale Salesi di Ancona per un'otite batterica affrontata con cure omeopatiche su indicazione del dottor Massimiliano Mecozzi.
La difesa del medico, rappresentata dall'avvocato Fabio Palazzo, non ha commentato la sentenza. Lui oggi è tornato ad esercitare, l'interdizione decisa dal giudice in primo grado sarà esecutiva se e quando la sentenza diventerà definitiva. 
I genitori di Francesco Bonifazi sono invece stati condannati a tre mesi in un precedente procedimento per concorso in omicidio colposo.