La tragedia di Corinaldo

Pena definitiva per la banda dello spray

La Cassazione ha confermato le condanne dei 6 giovani responsabili di aver provocato la morte di 5 adolescenti e una donna alla Lanterna Azzurra

E' di circa 70 anni il computo complessivo delle condanne, ora definitive, per la banda dello spray. Nella notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018 raggiunsero la Lanterna Azzurra di Corinaldo con l'obiettivo di fare incetta di collanine e gioielli attraverso una tecnica collaudata: spruzzare sostanze urticanti per seminare il panico e approfittare della confusione. Quella notte, però, nella calca morirono sei persone, 5 adolescenti e una giovane madre. Ieri l'ultima parola della Cassazione: per i sei giovani della Bassa Modenese le pene vanno da 10 anni e 9 mesi a 12 anni e 6 mesi. I reati: associazione a delinquere, omicidio preterintenzionale, lesioni personali gravi, furti e rapine. La Cassazione ha confermato la sentenza d'appello che riconosceva anche l'associazione a delinquere.
Negli altri filoni giudiziari relativi alla strage, lo scorso marzo il processo con rito abbreviato a gestori e proprietari del locale si è concluso con condanne fra i tre e i cinque anni, mentre venerdì è in programma una nuova udienza del terzo processo, quello che vede imputati, tra gli altri, i membri della commissione di pubblico spettacolo che autorizzò l'attività del locale.