Raccolta differenziata in crescita nelle Marche

Buone notizie dai dati del report Conai ; va però migliorata la qualità della differenziata. Macerata la provincia più virtuosa

7600 tonnellate di rifiuti in più sottratti alla discarica nel 2020 rispetto all'anno precedente. Il report 2021 Conai sulle performance sostenibili delle regioni registra un 5,6 % di conferimenti in più nelle Marche e il 71,5% di rifiuti differenziati su un totale di oltre 753mila tonnellate. Un miglioramento atteso dal Consorzio nazionale imballaggi, che nel 2021 ha trasferito ai comuni marchigiani 20 milioni e 616mila euro; aumentando di poco meno di tre milioni il finanziamento destinato agli oneri di raccolta del 2020. 

Confermata anche la performance della provincia di Macerata, che resta in testa alla classifica regionale in base agli ultimi dati ISPRA, sempre relativi al 2020. Oltre 92 kg gli imballaggi per cittadino conferiti al CONAI. 

Al secondo posto la provincia di Pesaro-Urbino, con una percentuale di raccolta differenziata di oltre il 72%. L'Anconetano supera il 70. Le province di Ascoli Piceno e di Fermo hanno una differenziata pari a circa il 68 e il 69% dei rifiuti. Da questi territori le previsioni del Conai attendono un miglioramento dai dati 2021: 88 kg pro-capite da Ascoli e 90 kg da Fermo. Per Macerata l'aspettativa è di superare i 100 kg pro-capite.