Natale solidale

Amici animali: le regole dell'adozione

Salvo e gli altri animali che hanno trovato rifugio al canile di Senigallia aspettano di essere adottati. Ma deve essere una scelta consapevole di tutta la famiglia

C'è chi come Salvo ha ancora fiducia negli esseri umani, altri invece sono fobici o hanno bisogno di più tempo per fare conoscenza.
Per l'adozione di questi animali, spesso maltrattati, serve un po' di tempo. Si valuta la disponibilità di spazi, ma anche le aspettative della famiglia. Non sono così rari casi, anche di animali acquistati, portati in strutture come questa perché comportano un impegno, anche di tempo od economico, oppure perché sono stati proprio un 'regalo non gradito'.
Qui ci sono anche quaranta i mici che cercano una famiglia. Al canile di Senigallia, che dopo l'alluvione ha da poco riaccolto i suoi animali, purtroppo si continua a vivere con l'ansia di nuove piogge. E molti mici si sono ammalati, perché per una sola notte, durante l'ultima allerta meteo, sono stati trasferiti in un rifugio più sicuro, ma senza riscaldamento.