La bomba della Seconda guerra mondiale di Pesaro, tutto pronto per il brillamento

Dopo l'evacuazione dei 900 abitanti della località pesarese, tra le 6 e le 8 del mattino di domenica 4 dicembre, al via le operazioni di disinnesco e di spostamento della bomba di fabbricazione americana che sarà fatta brillare poco distante.

Evacuati tra le 6 e le 8 di domattina i circa 900 residenti pesaresi del quartiere di Case Bruciate, alle 9 scatteranno le operazioni per il brillamento della bomba aerea americana della seconda guerra mondiale ritrovata in strada del Montefeltro durante i lavori di ampliamento dell'autostrada A14. Un'operazione che ricorda le due più recenti di Fano e Ancona nel 2018 e 2019 con le bombe fatte brillare rispettivamente in mare e in una cava dello Jesino. Ma anche una simile nella stessa zona nel 2011.

Oltre 450 chili di ordigno ancora attivo ma ritrovato in pessime condizioni richiederanno  un intervento - definito dai militarei del reggimento genio ferrovieri di Castel Maggiore, Bologna -  complesso e articolato in diverse fasi fino al trasporto della bomba, disinnescata nell'area del brillamento in zona Tavullia. L'autostrada A14 sarà chiusa tra Fano e Cattolica in entrambi i sensi di marcia dalle 8 alle 12.


La tgr Marche seguirà domani con collegamenti in diretta e servizi tutta l'operazione.