La mamma di una delle vittime: "I giovani sono una speranza"

I ragazzi di Senigallia ricordano le vittime della discoteca di Corinaldo

Nella centrale piazza del Duca, centinaia di giovani si sono stretti insieme ai parenti delle sei persone che morirono quella notte, fra il 7 e l'8 dicembre. Con la musica, il silenzio della sera, i palloncini che volano in cielo.

Li hanno voluto ricordare con la musica che li aveva spinti quell'8 dicembre di quattro anni fa alla discoteca Lanterna Azzurra dove volevano solo assistere al concerto di Sfera Ebbasta.  
Quella sera insieme a tanti ragazzi che volevano divertirsi c'era qualcuno che era arrivato per rubare collanine e altri oggetti. La cosiddetta banda dello spray: una spruzzata di sostanza urticante e si scatena il panico. Nella calca muoiono sei persone, cinque giovanissimi e una mamma. Asia, Benedetta, Emma, Eleonora, Mattia e Daniele.
Impossibile per chi c'era cancellare quei ricordi. Impossibile superare il dolore per i familiari delle vittime che, però, traggono forze da questo ideale abbraccio con i ragazzi di Senigallia.