Accordo della durata di due anni

Regione e Fiamme gialle insieme contro le frodi sul Pnrr

Siglato un testo per prevenire eventuali irregolarità nella gestione dei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Si tratterà soprattutto di uno scambio di informazioni e banche dati.

Ripartenza post sisma e post alluvione, ma anche infrastrutture e digitalizzazione. Lavori che presto saranno finanziati anche coi soldi del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Tanti, tantissimi fondi, su cui, però, bisognerà vigilare. La Regione Marche e la Guardia di Finanza hanno così firmato un protocollo per contrastare - insieme - le frodi nella gestione del Pnrr. Il testo, della durata di due anni, si muove su un doppio binario. La Regione Marche consentirà alle Fiamme gialle di accedere alle proprie banche dati e di avere così elementi utili alle attività di controllo. Dal canto suo, la Guarda di Finanza notificherà eventuali irregolarità, in modo che la Regione possa adottare i provvedimenti di sua competenza.