Arriva la nave umanitaria Geo Barents, secondo approdo al porto di Ancona dopo la Ocean Viking

La città pronta ad accogliere la nave di Medici senza frontiere con 73 migranti a bordo che come quella di Sos Méditerranée ha dovuto affrontare un viaggio di 1.500 chilometri e il mare mosso di questi giorni.

La Geo Barents è in viaggio lentamente verso Ancona, dove dovrebbe arrivare in mattinata. "Siamo - spiega Fulvia Conte, responsabile dei soccorsi a bordo - al quarto giorno di navigazione, a velocità ridotta rispetto a quello che pensavamo a causa del maltempo: da 10 nodi a 2,5, poco meno di una camminata veloce di un essere umano". 

"Abbiamo dovuto spostare le persone - prosegue Conte - da un deck più basso che si stava riempiendo d'acqua per le onde, ad uno più alto dove però si 'balla' di più. Stanotte molti sono stati male, hanno vomitato, anche anche tra lo staff di Msf: questi 4 giorni sono stati un'inutile sofferenza che si aggiunge
quella che hanno sopportato i migranti fuggiti dalla Libia dove sono stati torturati. Potevano essere evitati con l'assegnazione di un porto più vicino di Ancona".