Consumo di alcol, le marche sopra la media italiana

Consumo di cibo e alcol. Una concessione natalizia che si può recuperare facilmente, ma quando si parla di alcolici il dato che preoccupa e quello degli adolescenti italiani, tra quelli che in europa ne consumano di più

Si comincia il 24 e si finisce il 6 gennaio. non due giorni, ma due intere settimane di festeggiamenti, soprattutto a tavola richiedono ora un freno, a partire dal una semplice regola.
INTERVISTA ROBERTO CECI
La regolazione di questi comportamenti non solo in momenti successivi agli eccessi, ma in maniera continuata, con l'obiettivo di cambiare comportamento è la soluzione, per un problema l'obesità, che anche in Italia e nelle Marche sta diventando sempre più sociale.
Secondo i dati dell'Istituto superiore di sanità nelle Marche il  27.7% della popolazione è sovrappeso, il 6.4% obeso, entrambi i dati sono sotto la media. Quello che supera la media è invece il 45.2% a cui il medico non ha dato il consiglio ridurre cibo e alcol. Problema che riguarda anche l'attività fisica, praticata dal 60% circa dei marchigiani

INTERVISTA CECI su attività fisica e medici

Ma l'aspetto che più preoccupa è il consumo di alcolici soprattutto tra i più giovani. Gli adolescenti italiani sono quelli che bevono di più nel panorama europeo. E i marchigiani si trovano nella parte medio alta di consumo di alcol in una classifica guidata da Veneto, Trentino e Alto Adige. Il consumo di alcolici supera la media in tutte le categorie, dalla complessiva a quella compulsiva, dal fuori pasto a quella a maggior rischio
 

INTERVISTA CECI  su alcol