L'allarme della Cna

"Mancano lavoratori specializzati: investire di più in formazione"

Le aziende marchigiane resistono alla difficile congiuntura e programmano assunzioni. Ma offerta e domanda non si incrociano


Riparte il mercato tedesco, dando ossigeno alle esportazioni. Nonostante la difficile congiuntura le imprese programmano contratti: 33mila per il primo trimestre. Ma ancora una volta non si trovano le figure richieste: dalle orlatrici ai geometri, dai cuochi ai camerieri. La metà dei contratti per gennaio rischia di non andare a buon fine. Rimane bassa la richiesta per i laureati.