Molise
    28 Gennaio 2022 Aggiornato alle 09:23
    Cronaca

    Preoccupa il focolaio di Agnone

    Il Sindaco Saia ha emanato una ordinanza che vieta molte attività e invita i cittadini a restare il più possibile in casa
    Credits © Tgr Una veduta di Agnone
    Una veduta di Agnone
    Ad Agnone è diventata ancora più difficile la situazione sul fronte dell'emergenza covid, dopo l'impennata dei contagi registrata ieri con 23 nuovi contagi che delineano un cluster nel centro dell'alto Molise.
    Il Sindaco Saia ha invitato i cittadini a non uscire di casa e ha emanato una ordinanza per contenere l'epidemia.
    Fino al 5 marzo è vietata la vendita da asporto di generi alimentari e bevande per bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, trattorie e circoli. Consentita solo la consegna a domicilio. Vietato inoltre consumare cibi e bevande su aree pubbliche o private ad uso pubblico. Sospesi mercati e le attività  ambulanti di commercio.
    Vietato poi praticare tutte le attività sportive negli impianti e parchi pubblici, inclusi quelli in concessione, e nei circoli privati. Restano consentite le competizione sportive organizzate dalle federazioni sportive ed è consentita l’attività motoria effettuata individualmente nel rispetto del distanziamento fisico. Chiusura al pubblico la strada panoramica “Pietro Mennea”.
    Prorogata l’ordinanza di sospensione dell’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado.
    Sospesa poi l’attività di barbieri, parrucchieri e centri estetici. Il Sindaco ha infine disposto il divieto di celebrazioni liturgiche nelle chiese e nei luoghi di culto. Sono consentiti i funerali con la presenza di non più dei 10 familiari del defunto.
    Di seguito l'appello del primo cittadino Daniele Saia.
    Sindaco Agnone
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca