Molise
    16 Maggio 2022 Aggiornato alle 07:36
    Cronaca

    Carceri: in Molise nessuna vaccinazione

    Lo sottolinea il segretario del sindacato SPP Aldo Di Giacomo che chiede di accelerare le procedure per la somministrazione agli agenti e ai detenuti. A sollevare la questione è anche l'associazione Antigone Molise
    Credits © Tgr L'esterno del carcere di Campobasso
    L'esterno del carcere di Campobasso
    La terza ondata della pandemia fa paura, anche nelle carceri. Al riguardo, il segretario del Sindacato Polizia Penitenziaria, Aldo Di Giacomo, sottolinea l'alto numero di detenuti contagiati: ben 480. Ancora più numerosi i poliziotti penitenziari colpiti dal covid che sono 680. Per questo il sindacato SPP lamenta le difficoltà del piano vaccinale, con 5.764 poliziotti penitenziari avviati alla prima somministrazione, mentre invece in molte regioni tra cui il Molise nessun agente è stato ancora vaccinato. Ancor meno i detenuti che hanno ricevuto il vaccino: solo 927 su una popolazione carceraria di circa 54mila persone. Eppure sono 10 gli agenti deceduti per covid nella seconda ondata, assieme a 12 detenuti.
    "Siamo molto preoccupati - dice Aldo Di Giacomo - e abbiamo allertato l’Amministrazione penitenziaria, ma soprattutto le aziende sanitarie e i Prefetti per velocizzare al massimo l’effettuazione dei vaccini per i poliziotti penitenziari e i detenuti. Eventuali ulteriori ritardi - aggiunge - potrebbero essere di grave pregiudizio per l’incolumità di chi vive o lavora in carcere".
    Anche l’associazione “Antigone Molise” denuncia la mancanza di vaccinazioni negli istituti di pena della regione. Una situazione più volte denunciata dai direttori delle strutture e dalla Garante regionale per i diritti delle persone detenute. "Il perdurare di questo immobilismo da parte delle istituzioni potrebbe creare un ennesimo disastro all’interno di strutture che il piano nazionale vaccinale ha individuato come presidi di prima allerta per la somministrazione dei vaccini” afferma Antigone Molise che inoltre si unisce "al coro di proteste e di indignazione che si è sollevato in merito alla gestione della pandemia condotta dalla Regione Molise e dall’Asrem”.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca