Trasporto pubblico al centro del Consiglio regionale, autisti in presidio

I problemi legati ai tagli delle corse e alla vertenza stipendi della Atm oggetto di una seduta monotematica. Invitata anche l'azienda

Trasporto pubblico al centro del Consiglio regionale, autisti in presidio
Tgr
Autobus extraurbani

 

Oggi è il giorno del Consiglio regionale monotematico sulla questione trasporto pubblico. L'Assemblea di Palazzo D'Aimmo è chiamata a discutere i tanti temi relativi a un comparto che tra tagli alle corse, disservizi lamentati dai pendolari e l'annosa vertenza stipendi della Atm non conosce pace negli ultimi mesi. 
Si prevedono infatti nuovi problemi per gli operai in trasferta nella Val di Sangro: il comitato cittadino Agorà di Petacciato lamenta la soppressione dal 1 marzo di una importante fermata in territorio di Montenero di Bisaccia, col conseguente aggravio di costi per i pendolari costretti a prendere altri mezzi. Il comitato chiede l'intervento dell'assessore ai Trasporti Pallante già alle prese con un duro braccio di ferro nei confronti di Atm, per  risolvere la questione degli stipendi degli autisti, bloccati da ottobre a pochi giorni fa, quando la Regione si è sostituita nei pagamenti. Entro oggi dovrebbero arrivare tutti gli stipendi sui conti degli autisti. E anche di questo si discute oggi in Aula. Preannunciato per l'occasione un presidio di protesta di autisti e sindacati del comparto.