La ndocciata della vigila ad Agnone

L'antico rito del fuoco si è celebrato in forma ridotta nel rispetto delle norme anticovid

Il covid ha ridimensionato, ma non ha spento il fuoco di Agnone. Il rito della ‘Ndocciata si è svolto, come vuole la tradizione, alla Vigilia di Natale. 
Per effetto dei contagi, in base all’ordinanza del sindaco Saia, gli agnonesi hanno seguito la sfilata di 300 torce lungo il corso principale della città rispettando il distanziamento e indossando le mascherine. 
Una rivincita, almeno parziale, rispetto all’evento mancato dell’8 dicembre, quando la tradizionale ‘Ndocciata in grande stile aveva lasciato il posto a una rappresentazione simbolica e su scala ridotta.