Agricoltura

I segreti delle mele in mostra a Gambatesa

Nel borgo della Valle del Fortore i visitatori potranno conoscere e degustare le varietà di un frutto che può essere valorizzato per lo sviluppo di tanti centri a rischio spopolamento

Custodi di biodiversità e dei cambiamenti avvenuti nell’universo contadino, le mele del Molise trovano un luogo e un momento di valorizzazione grazie alla mostra allestita dall’associazione “Arca Sannita” e dalla cooperativa “Just Mo’” in un antico frantoio del borgo di Gambatesa. Nel quale vengono esposte 50 delle molteplici varietà di frutti come la rinomata Limoncella, che i visitatori potranno conoscere ad apprezzare fino a domani anche attraverso degustazioni guidate. Una manifestazione nata da un confronto con la comunità locale per renderla consapevole delle potenzialità di sviluppo nel campo dell’agricoltura e dell’artigianato. E che ha portato alla riscoperta del laboratorio di ricerche innovative nel recupero delle specie vegetali, degli innesti sperimentali e dell’arte della potatura creato a Gambatesa un secolo fa dall’agronomo e politico molisano Guglielmo Josa. Rigenerare quel frutteto in sinergia con le facoltà universitarie e le scuole di agraria rientra fra gli obiettivi del progetto “Domus Gigantum”: un complesso di investimenti per due milioni di euro finalizzati a combattere la marginalizzazione sociale e culturale dei paesi a rischio spopolamento come Gambatesa.