Il cantiere infinito

Asti-Cuneo, il penultimo lotto entro la fine del 2022

I lavori nel tratto Roddi-Verduno si concluderanno prima della fine dell'anno. Nessun pedaggio per raggiungere l'ospedale "Michele e Pietro Ferrero".

Asti-Cuneo, il penultimo lotto entro la fine del 2022
Web
Asti-Cuneo, procedono i lavori

L'eterna incompiuta accelera. In un incontro ad Alba con Regione e sindaci del territorio, la società Autostrada Asti-Cuneo ha assicurato: "I lavori stanno procedendo in modo spedito e il lotto Roddi-Verduno 2.6b si concluderà entro la fine del 2022, un anno prima rispetto al cronoprogramma".

Non solo. L'altro lotto, il Verduno-Cherasco 2.6a, potrà vedere dimezzati i tempi del cantiere, fissati inizialmente in 30 mesi.

Buone notizie anche sul fronte pedaggi: si potrà raggiungere l'ospedale di Verduno, il "Michele e Pietro Ferrero", senza pagare. Ancora sul tavolo, invece, la proposta della Giunta di mantenere la gratuità della tangenziale sul tratto albese: "Sarebbe paradossale dover pagare anche la tangenziale - afferma il sindaco di Alba, Carlo Bo -. Riteniamo di essere a credito perché oltre ad aver atteso per oltre 30 anni questa opera la città di Alba non può pensare di essere anche beffata».