Attenzione alle offerte troppo vantaggiose

False assicurazioni online, indaga la polizia municipale di Torino

Truffe sempre più numerose, vademecum su come proteggersi.

False assicurazioni online, indaga la polizia municipale di Torino
Ansa
ANSA

TORINO, 26 GEN - False polizze assicurative online spacciate per vere. Indaga su questo la polizia municipale di Torino che spesso, durante i controlli, si imbatte in automobilisti che circolano con veicoli non assicurati, convinti di essere in regola con i certificati assicurativi acquistati in rete.

A dare il via agli accertamenti alcune querele presentate da automobilisti che si sono resi conto di essere stati truffati con falsi certificati all'apparenza identici a quelli veri, ma che risultano inesistenti dalle verifica con la compagnia di assicurazione. La modalità di truffa emersa è sempre la stessa: dopo una ricerca su internet di un preventivo conveniente, l'interessato contatta il numero verde indicato in rete e parla con un sedicente broker assicurativo che fornisce un nuovo contatto Whatsapp. In seguito il falso assicuratore fornisce alla vittima gli estremi di una carta prepagata da ricaricare con un importo pari al premio dell'assicurazione, per poi inviare, sempre tramite l'app di messaggistica, il certificato falso.

Oltre all'indagine, la polizia municipale ha anche messo a punto un breve vademecum dei controlli da effettuare prima e dopo la stipula di un contratto con una qualsiasi compagnia assicuratrice trovata sul Web.

VEDI QUI SOTTO IL SERVIZIO DI Manuela Gatti.