Fermi i diesel Euro 5

Non piove più e il Piemonte soffoca: blocchi anti smog in mezza regione

I livelli di PM10 nell'aria ancora sopra i livelli consentiti. Oltre a Torino e ai comuni dell'hinterland, si corre ai ripari anche ad Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara e Vercelli.

La pioggia non si vede da più di un mese, il vento neppure. E il Piemonte soffoca. L'allerta smog tocca quasi tutte le province. E il semaforo arancione dell'Arpa non solo resta acceso per altre 48 ore ma allarga la sua efficacia.

"Dal 14 gennaio abbiamo dato il semaforo arancione per l'agglomerato torinese - spiega Angelo Robotto, direttore Generale di ARPA Piemonte -. Da ieri si è esteso anche ai Comuni della pianura". 

Rientrano tra le altre Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara e Vercelli. Le limitazioni variano da realtà a realtà. A Torino il semaforo arancione obbliga allo stop i diesel fino a euro 5. Sul banco degli imputati, sebbene non sola, la pioggia: "Quest'anno abbiamo una situazione meteo climatica particolarmente disastrosa dal punto di vista della qualità dell'aria. L'ultima pioggia significativa che abbiamo avuto risale all'8 di dicembre. Teniamo presente che abbiamo un deficit di pioggia di circa il 50%", spiega ancora Robotto.

A Torino Rebaudengo registrati 19 superamenti del limite di Pm10, fissato in 50 microgrammi per metrocubo. A Chieri superata la soglia di 94. Non solo le centraline piangono l'assenza della pioggia: "Il Po in questo momento ha circa 30 metri cubi al secondo di portata. Normalmente in questo periodo ha più del doppio". E non si riaprirà l'ombrello, previsioni alla mano, prima di una decina di giorni.


I blocchi anti smog Arpa Piemonte
I blocchi anti smog
Superati i limiti di PM10 ARPA Piemonte
Superati i limiti di PM10