L'omicidio suicidio di Cossato

Anche l'omicida era malato da tempo

Come l'anziana compagna trovata senza vita nella stessa auto, anche l'uomo avrebbe sofferto da tempo di una patologia. Secondo i vicini, nulla avrebbe fatto presagire la tragedia: la coppia aveva un rapporto sereno, dicono.

Anche l'omicida era malato da tempo
Tgr Piemonte
La Chiesa di Cossato

L'uomo ritrovato senza vita mercoledì insieme alla compagna in un'auto a Cossato, in provincia di Biella, era malato da tempo. Lo racconta una vicina di casa della coppia. " Erano affiatati, ma lui soffriva molto" racconta. Walter Condo, 70 anni, è Albertina Creola, 69 anni, risiedevano in un condominio di Cossato. " Avevamo un buon rapporto" spiega la vicina. "

Ho incontrato la donna proprio la sera prima della tragedia, mi ha detto che il giorno seguente sarebbero andati a ritirare dei referti medici e le avevo fatto i miei auguri". Nel palazzo c' è sgomento. "Nulla che facesse presagire questo gesto", assicurano i vicini. La coppia non aveva figli. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, l'uomo avrebbe ucciso la donna e poi avrebbe rivolto la stessa arma da fuoco contro di sé.