Torino

Commercialista si lancia nel vuoto al nono mese di gravidanza: "Era esausta"

E' successo a Torino, in piazza Adriano. La donna avrebbe lasciato un biglietto ai colleghi con compiti da portare a termini.

Commercialista si lancia nel vuoto al nono mese di gravidanza: "Era esausta"
Ansa
-

Poche ore e avrebbe compiuto 37 anni. Pochi giorni e sarebbe diventata mamma di un bimbo.

Era al telefono con una collega dello studio di commercialisti in cui lavorava in piazza Adriano, a Torino. Pare stessero parlando tranquillamente, improvvisamente il silenzio. La donna si è tolta la vita gettandosi nel vuoto. Immediati i soccorsi ma non c'era più nulla da fare.

Esclusi una caduta accidentale, un incidente o altre ipotesi: in casa la polizia, che indaga per ricostruire quanto accaduto, avrebbe trovato un biglietto d'addio destinato proprio ai colleghi della donna. Un lungo elenco di compiti e incarichi da portare a termine.

Difficile stabilire la cause che hanno convinto la donna, ancora in attività nonostante al nono mese di gravidanza, all'estremo gesto. "Era molto stanca", racconta chi la conosceva. "Era esausta, forse temeva di non riuscire a fare tutto". Niente di più. E nessun altro segno di malessere negli ultimi tempi.