Covid, ancora sette i decessi

Casi in discesa, mai così pochi nel 2022

Dai numeri del bollettino regionale la conferma del rallentamento della pandemia: calano anche i ricoveri

Continua la tendenza al rallentamento della pandemia. Anche gli ultimi dati del bollettino regionale di domenica 13 febbraio confermano un calo tanto nei contagi quanto nei ricoveri.

Poco più di 2000 nuovi casi covid in un giorno il Piemonte non li vedeva da dicembre. Neppure nei giorni di festa o di domenica. Al culmine di 7 giorni dove l'unica curva in crescita inesorabile è rimasta quella delle vittime. Ancora 7 nel bollettino, in calo tutti gli altri parametri. Compresi i ricoverati, su base quotidiana così come settimanale.

E' la lenta contrazione della quarta ondata. Che non è riuscita a rompere l'argine dei nostri 3 milioni e 600mila immunizzati. Tra questi nell'ultima settimana i contagi si sono fermati allo 0,5 per cento. Sono stati cinque volte tanti, il 2 virgola 4 per cento, tra i non vaccinati. Sono loro a correre i rischi più alti in questa fase. Mortalità di sette volte maggiore per gli over 40 sprovvisti di anticorpi contro il sarscov2: 15 vittime ogni 100mila non immunizzati. cartello 2 di stamattina Ancora più elevata si è dimostrata la probabilità di finire in terapia intensiva con una proporzione tra vaccinati e non vaccinati in Piemonte di 1 a 10. Ecco perché ogni sforzo è teso a dare lo sprint finale alla campagna di immunizzazione.

Da lunedì 14 booster ad accesso libero per tutti nella nostra regione mentre da martedì per andare a lavorare gli over 50 dovranno presentare il green pass rafforzato.

Servizio di Francesca Nacini, montaggio di Paola Bovolenta