La corsa del virus

La peste suina non si ferma, scoperto un altro caso nell'Alessandrino

Positivo un campione biologico prelevato dalla carcassa di un cinghiale trovato a Rocca Grimalda. E' il 17esimo in Piemonte, il 34esimo in totale.

La peste suina non si ferma, scoperto un altro caso nell'Alessandrino
Ansa
-

Per l'uomo non c'è alcun pericolo - il virus non è a noi trasmissibile. Ma per l'economia rischia di essere un vero e proprio flagello. Nonostante gli interventi, la diffusione della peste suina africana tra Piemonte e Liguria non si ferma. E in provincia di Alessandria, a Rocca Grimalda, non lontano da Ovada, il virus della PSA è stato riscontrato nella carcassa di un altro cinghiale. E' il 34esimo tra le due regioni.

La positività è stata accertata dall'Istituto Profilattico Sperimentale di Piemonte Liguria e Valle d'Aosta. Dal 27 dicembre scorso, sono finora stati riscontrati, tutti in cinghiali, 17 casi in Piemonte e altrettanti in Liguria, tutti nella zona infetta che comprende, nel suo insieme, 78 comuni alessandrini e 36 nelle province di Genova e Savona.