L'episodio nel quartiere San Donato

Arrestati quattro minorenni per l'aggressione a un coetaneo

La spedizione punitiva organizzata da un amico della vittima per ripicca. I giovani sono stati arrestati e posti ai domiciliari: dovranno rispondere di rapina in concorso aggravata

Arrestati quattro minorenni per l'aggressione a un coetaneo
Ansa
Una volante della polizia

Quattro minorenni sono stati arrestati dalla Polizia, e sono ora agli arresti domiciliari, dopo aver aggredito un altro giovanissimo: una ritorsione, secondo gli inquirenti, organizzata da un amico della vittima per via di presunti screzi passati.

L'episodio è avvenuto la scorsa domenica nel quartiere San Donato. A segnalare l'episodio un passante, che aveva notato il gruppetto di ragazzi malmenare il malcapitato. La vittima, un ragazzo italiano minorenne, quel pomeriggio aveva effettuato un passeggiata insieme ad un amico nella zona di corso Francia all'altezza della fermata della metropolitana Racconigi. Terminata la passeggiata, i due amici si erano poi separati ma dopo alcuni secondi erano comparsi tre sconosciuti vestiti di nero e con il volto coperto da un passamontagna, uno dei quali armato di coltello: avevano circondato il ragazzo e dopo averlo colpito con calci e pugni, gli avevano rubato il cappellino e il borsello con dentro una felpa di marca.

L’intervento di un passante aveva messo fine alle violenze e permesso alle forze dell’ordine di intercettare il gruppo prima che si disperdesse. Successivamente gli investigatori sono riusciti a risalire ai motivi dell'aggressione, che era stata programmata con la complicità dell’amico della vittima per una sorta di ripicca nei confronti del ragazzo per presunti torti del passato, probabilmente relativi a una vendita di magliette di marca contraffatte. Gli arrestati dovranno rispondere di rapina in concorso aggravata dall’uso del coltello e dal travisamento.