Teatro

'Rete Teatri' porta spettacoli dal vivo in 30 piccoli Comuni

Prima data il 20 febbraio con 'Parole a vanvera' a Quargnento

'Rete Teatri' porta spettacoli dal vivo in 30 piccoli Comuni
Ansa
ANSA

Spettacoli diffusi nei paesi e nei piccoli comuni, in teatri e altri spazi adatti alle rappresentazioni. E' un principio ispirato al cambiamento nella fruizione della cultura quello elaborato da 'Rete Teatri', il "progetto di valorizzazione e di incremento degli spettacoli dal vivo di qualità in piccoli e medi comuni", ideato da Associazione Culturale Orizzonte di Roma, CasaGrassi Serole (Asti), Teatro Testaccio di Roma, Quizzy Teatro di Alessandria, Associazione Culturale Stella Nova di Alessandria, con il patrocinio del comune di Acqui Terme. Il cartellone del 2022, ricco di generi teatrali, spazia da febbraio a maggio e riguarda una trentina di comuni del basso Piemonte, ma è destinato ad allargarsi ad altre realtà di Piemonte e Liguria e non solo.

Prima data il 20 febbraio a Quargnento (Alessandria) con 'Parole a vanvera'', in interazione con il pubblico. In cartellone 13 spettacoli, adatti sia per il pubblico adulto sia per bambini e famiglie. Il costo de biglietto per ogni appuntamento è di 13 euro, di cui 1 sarà devoluto a un ente o associazione benefica proposti da ciascun comune (https://www.rete-teatri.it). La collaborazione tra 'Rete Teatri' e i comuni aderenti, non si limita alle sole rappresentazioni, ma riguarda anche l'ideazione di progetti nati con le realtà culturali attive nel territorio (come associazioni, biblioteche, musei) con l'obiettivo - spiegano gli organizzatori - di una più diretta partecipazione dei cittadini alle iniziative e quindi una affezione alle attività legate allo spettacolo dal vivo". E' possibile sottoscrivere un abbonamento non nominativo che potrà essere utilizzato in ognuna delle sedi teatrali del circuito.

"E' una grande occasione per la provincia - sottolinea Paolo La Farina, di CasaGrassi - i piccoli centri stanno diventando altamente attrattivi ed è un un ritorno alla buona abitudine degli spettacoli dal vivo. In cartellone 150 rappresentazioni, ipotizzando 100-150 spettatori alla volta i numeri diventano interessanti e viene coinvolto un ampio territorio. 'Rete Teatri', infatti, deve diventare un partner all'interno delle comunità per costruire insieme eventi e spettacoli nati in collaborazione con le realtà culturali presenti".