Lo prevede una convenzione comune-Regione

A Chiomonte 14 milioni di euro da destinare in opere compensative della TAV

Si tratta di 11 progetti destinati tra gli altri ai sentieri turistici, al recupero della viticoltura, alla manutenzione straordinaria dell'impianto elettrico Touron.

A Chiomonte 14 milioni di euro da destinare in opere compensative della TAV
Wikipedia
Veduta di Chiomonte

In arrivo a Chiomonte, in Valsusa, oltre 14 milioni di euro da destinare alla realizzazione di 11 opere compensative legate alla Tav Torino-Lione. Lo prevede una convenzione sottoscritta dal Comune con la Regione per il finanziamento e la realizzazione delle opere di accompagnamento di priorità 2 della sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria.

Gli interventi riguardano i sentieri turistici, il recupero della viticoltura, la manutenzione straordinaria dell'impianto elettrico Touron, la realizzazione di un impianto a biomasse sul Frais nonché alcuni impianti fotovoltaici e solari termici su edifici pubblici, manutenzione straordinaria delle reti di illuminazione pubblica, completamento della rete a metano, un nuovo impianto idroelettrico a Combascura, la riqualificazione di aree parcheggio, interventi per garantire l'accessibilità ai veicoli alla frazione Frais.

“Questi interventi -spiega il Presidente della Regione Alberto Cirio- fanno parte delle 24 opere di accompagnamento cosiddette di priorità 2 della sezione transfrontaliera della Torino-Lione, il cui finanziamento totale è di 32 milioni. Dopo i primi 10 milioni della fase in priorità 1 abbiamo sbloccato questi ulteriori 14 milioni. Ora lavoriamo per portare a casa le altre 13 opere in priorità 2 negli altri comuni per una cifra complessiva di 18 milioni mentre stiamo ragionando sull'ultimo blocco di fondi da 57 milioni per le ulteriori opere lungo la linea”.