Un aiuto per chi fugge dalla guerra

Dall'orfanotrofio in Ucraina al Piemonte

Iniziativa di solidarietà dell'associazione Domus Onlus di Cavour, che ha portato in Italia 6 bambine e 2 donne

Dall'orfanotrofio in Ucraina al Piemonte
Domus Onlus
L'ultima parte del viaggio verso Pinerolo

Hanno lasciato l’orfanotrofio di Odessa, in Ucraina, per trovare un rifugio sicuro in Piemonte. Sei bambine tra i 5 e i 14 anni sono arrivate in Italia grazie all’associazione Domus Onlus di Cavour. Insieme a loro un’educatrice e la nonna di una delle bambine. Dopo lo scoppio della guerra in Ucraina Domus ha subito inviato generi alimentari e di prima necessità. Poi ha risposto alla richiesta di soccorso di Sergey Kostin, direttore dell’orfanotrofio “The Way Home” di Odessa.  

“Grazie alla straordinaria generosità e disponibilità di molte persone e grazie ai volontari che sono andati sul posto, li stiamo portando a Pinerolo, dove hanno una prima sistemazione temporanea presso l’Hotel Barrage e l’Hotel Cavalieri. I volontari della Domus stanno proseguendo un grande lavoro di coordinamento per organizzare anche altri gruppi e continuare a portarli in salvo. Tutta questa importante operazione umanitaria si sta svolgendo in totale sinergia coi servizi sociali, sanitari e le istituzioni competenti”, spiegano i responsabili dell'associazione. 


Altre due donne arriveranno nei prossimi giorni.  La Domus lancia un appello di solidarietà per sostenere e portare avanti questa iniziativa, sia tramite offerte/donazioni che raccogliendo materiale. Al momento, segnalano, sono utili generi di prima necessità, per l’igiene personale, alimentari a lunga scadenza, indumenti (puliti e in buono stato).